Questa mattina dalla mia finestra ho guardato a lungo la campagna prima del sorgere del Sole, e non c’era che la stella del mattino, che sembrava molto grande. Daubigny e Rousseau hanno già dipinto questo, esprimendo tutta l’intimità, tutta la pace e la maestà e in più aggiungendovi un sentimento così accorato, così personale. Non mi dispiacciono queste emozioni. […] “, scrive Vincent van Gogh in una lettera al fratello Theo, alludendo all’ispirazione dietro una delle sue opere più conosciute, La Notte Stellata (1889). L’artista olandese era in contemplazione della grandezza cosmica del cielo notturno, e ha cercato di catturare la bellezza del paesaggio in perfetta sintonia con la complessità della sua psiche. Anche se l’artista in vita, ha sofferto molto della  sua malattia mentale e ha sperimentato la povertà più terribile, non avendo raggiunto la fama se non dopo la sua morte, Van Gogh in quest’opera come in altre, espresse la sua pura gratitudine per la bellezza incredibile della vita. Il fascino della sua pittura anche se piena di tormento, deriva da un sogno illuminato dalla luce delle stelle.

In occasione del 165° compleanno di Van Gogh (nato il 30 marzo 1853), presentiamo una serie gioielli in edizione limitata dipinti a mano dall’artista Davide Bricchi raffiguranti la scena cosmica di Van Gogh. Quale modo migliore per esprimere il tuo amore per Van Gogh e altri artisti se non quello di poter indossare i loro capolavori?

Per celebrare Van Gogh, presentiamo cinque artisti contemporanei che si sono ispirati alla meravigliosa creazione del pittore olandese. Attraverso le loro tecniche uniche, questi artisti reinterpretano La Notte Stellata.

1. Alex Ruiz - Starry Night

Alex Ruiz - Starry Night
Alex Ruiz - Starry Night

Ruiz è un pittore concettuale digitale che vive a Los Angeles, interessato ai paesaggi e allo studio dei personaggi, ha rappresentato l’ipotetica notte in cui Van Gogh dipinse il suo lavoro. Il pezzo di Ruiz incarna il realismo magico, fondendo un paesaggio iper-realistico con nuvole vorticose mistiche illuminate dal corpo celeste. Lo spettatore viene immediatamente teletrasportato al momento dell’ispirazione di Van Gogh.

.

2. Jane Perkins - Starry Night, After Van Gogh

Jane Perkins - Starry Night, after Van Gogh
Jane Perkins - Starry Night, after Van Gogh

Un’artista a noi familiare del Regno Unito, Perkins seleziona oggetti di plastica di scarto, tra cui penne, pulsanti, tasti e perline, e li ricicla in mosaici pittorici. Perkins non altera lo stato naturale dell’oggetto trovato, ma lo mantiene piuttosto fedele alla sua forma durante la riproduzione di opere d’arte famose. È nota per la riproduzione di opere dei grandi maestri del passato e per la realizzazione di celebri ritratti con questa tecnica.

3. David Goldberg - Starry Night

David Goldberg - Starry Night
David Goldberg - Starry Night

Da decenni proprietario di un negozio di ferramenta nel Maryland, Goldberg aveva accumulato oltre 1.250 manopole, piastre e leve in ottone e cristallo per porte dismesse. Piuttosto che sprecare questi materiali, ha creato un’installazione che riproduce l’opera di Van Gogh, che ha utilizzato le texture lisce e l’aspetto opulento dei materiali per imitare i gruppi di stelle e una luna luminosa. La comunità locale ha apprezzato molto il lavoro di Goldberg, tanto che è stata installata una panchina all’esterno del suo negozio per consentire ai visitatori di riflettere sulla sua creazione.

4. Alma Thomas - Starry Night and the Astronauts

Alma Thomas - Starry Night
Alma Thomas - Starry Night

Thomas (da poco deceduta) era un’espressionista contemporanea afroamericana di primo piano che si è distinta nell’uso del colore e del motivo. Si è avvicinata all’opera di Van Gogh modificandone la composizione in una chiave minimalista, sintetizzando il paesaggio in pennellate modellate simili allo stile dell’artista olandese. Avendo Thomas escluso il paesaggio e la città del quadro originale, lo spettatore si confronta unicamente con l’infinito cosmico.

5. Alex Harrison Parker - Hubble Space Telescope / Van Gogh’s “Starry Night” Mosaico

Alex Harrison Parker - Starry Night
Alex Harrison Parker - Starry Night

Il dottor Alex Harrison Parker è lo scienziato ricercatore in astronomia planetaria del Southwest Research Institute di San Antonio, Texas, e ha lavorato intensamente su vari progetti della NASA, in particolare il progetto ESPRESSO. Gli studi cosmici di Parker vanno al di là del suo background scientifico, poiché egli produce anche arte e fotografia che ritraggono la complessità del cosmo. Nella sua ricreazione di La Notte Stellata di Van Gogh, Parker ha utilizzato le fotografie scattate dal telescopio spaziale Hubble di fenomeni celesti per creare un mosaico accattivante che evoca l’immensità dell’universo.

Lascia un commento